Prologo, due anni fa a Torbole…
Vasco: “Edo dovremmo organizzare una regata a Resia”
Edo: “E che posto e’ Resia?”
Vasco: “Ora ti spiego…”
IMG_2725
Lago di Resia, fine Luglio 2016, due anni 147 mail 3 sopralluoghi e 272 telefonate dopo… la Classe Windsurfer si ritrova in Val Venosta per il ritorno, dopo circa 20 anni di un’evento internazionale. Dal 29 al 31 luglio si disputa la EuroCup 2016, organizzata dalla Classe con il patrocinio del Circolo Surf Torbole di Armando Bronzetti.
Un evento davvero importante, gli ultimi Europei di Classe risalivano agli anni novanta, in uno scenario straordinario: un ventoso lago artificiale a 1.498m di altezza, all’incrocio dei pali tra Italia, Austria e Svizzera. Il più grande lago dell’Alto Adige, una gemma incastonata tra montagne verde smeraldo e cime innevate anche in estate, con il suo inconfondibile Campanile semi sommerso, solitario testimone del vecchio paese abbandonato nel ’50 con la creazione della grande diga.
Circa 30 atleti si sono dati battaglia in una 3 giorni, anche questa una novita’, che ha visto un grande sforzo organizzativo da parte della Classe, con tavole 2016 nuove a disposizione, e un programma molto ricco che prevedeva anche il ritorno del mitico slalom a 6 boe.
Tutti aspettavano l’alta pressione, il sole e con esso il potente termico di 18-20 nodi frequentissimo in questa zona, ma il meteo non è stato purtroppo clemente, alternando al sole, nuvole, pioggia e temperature insolite per un fine luglio (anche 13 gradi). In ogni caso sono state disputate 5 ottime prove per entrambe le flotte. La flotta Gialla (A, B, F) raggruppava le categorie leggeri, medio leggeri e donne, la Blu (C e D) i medio pesanti e i pesanti.
IMG_2716
20160728_152926
DSCF4256
Venerdi’ 29: dopo le consuete operazioni di peso si e’ iniziato con le batterie a eliminazione diretta dello slalom e con la prima prova di regata per entrambe le flotte. La flotta Gialla, con vento da sud di 10-12 nodi, vede imporsi in A Montino seguito da Valdivieso, in B il presidente Frascari seguito dal padrone di casa Diego Gallmetzer. Tra le donne Celine Bordier precede Simona Cristofori. Mentre i “Gialli” erano impegnata in regata, la flotta Blu si esibiva nello slalom, con il percorso a pochi metri da riva per la gioia del pubblico a tifare all’ombra della grandissima mela gonfiabile dello sponsor Val Venosta. A seguire flotta Blu in regata, con vento in diminuzione e con Fantozzi a precedere Cottone in categoria C, e Barone su Volpini in D. Flotta Gialla alle prese con le evoluzioni dello slalom.
Alla sera pittoresca cena altoatesina a base di speck, gulash e crauti alla malga Giernohf, sul versante opposto del lago, con un panorama mozzafiato sul lago e sul Campananile sommerso e tanto buon vino e grasse risate. La leggenda del campanile narra che durante alcune notti d’inverno ancora oggi si possono udire le sue campane suonare dal fondo del lago: qualche regatante, dopo il terzo o quarto schnapps, lo ha confermato.
20160729_144039
DSCF4167
DSCF4194
Sabato 30: al mattino il lago si presenta come uno specchio da fiaba, limpido e splendente, ma il vento non si fa attendere molto: ancora da sud e sempre intorno ai 10-12 nodi permette di disputare tre avvincenti e combattute prove per entrambe le flotte. La splendida piattaforma di partenza (un gazebo con tavoli e sedie su due siluri galleggianti) viene portata a centro lago per permettere di posizionare il campo al meglio e gestire il cambio tavole dal moletto di una malga, tra pascoli e prati verdi. Dalla posizione panoramica gli accompagnatori hanno potuto seguire, commentare, ed apprezzare le regate in diretta come raramente accade.
Il percorso della prima prova di giornata prevedeva una “pittoresca” variante utilizzando il campanile come boa di lasco. Regata spettacolare dominata in C da Alessandro Torzoni (anche primo di flotta) e in D da Barone. A seguire ancora gli ottimi Cottone e Fantozzi in C e Volpini e Cremisi in D. Le prove successive, hanno visto consolidare il dominio sia di Torzoni che di Barone, con Baglione in grande evidenza nella terza prova.
In flotta gialla lotta accesa tra Montino e SuperMario Valdivieso per la A e in B tra Frascari e Gallmetzer. Nelle donne sempre ottime le prestazioni, anche assolute, di Celine Bordier e di Simona Cristofori (da sottolineare il suo warm-up con giro del lago in montain bike prima delle regate). Piu’ attardata, ma sempre attenta al look, Barbara Colarullo.
La sera tutti a cena nel tendone, stretti ma felici, in splendido Windsurfer Spirit.
IMG-20160730-WA0015
DSCF4196
DSCF4247
Domenica 31: l’ultimo giorno non prometteva bene. Il meteo “incerto” aveva lasciato il posto al “certamente brutto”. Al motto di “acqua sopra e acqua sotto!” si entra in gioco provando a portare a casa le ultime prove. Ancora vento da sud, temperature quasi invernali, qualche muta lunga, ma anche cappelli di lana (Bordier) e paraorecchi da sci (Valdivieso).
La prima regata è della flotta blu, su classico percorso a bastone: se l’aggiudica ancora Torzoni, in rimonta, seguito da Donkerslot e Thermes. In D prevale ancora Barone su Volpini e Cremisi. A seguire va in acqua la flotta gialla, sul percorso con variante “campanile”. Simona Cristofori gira prima assoluta sia in bolina che al campanile. La prova viene alla fine vinta con merito da Valdivieso, seguito proprio da Simona. Poi Montino, Bordier, Frascari, Gallmetzer e Colarullo. Giusto il tempo di finire le due prove ed ecco la temuta pioggia fredda e battente che chiude la giornata e non permette purtroppo di assegnare i titoli dello slalom.
I giochi per l’EuroCup 2016 sono dunque fatti: in A vince Samuele Montino, seguito da Mario Valdivieso e da Guido Amato da Palermo; in B vince Luca Frascari seguito da Diego Gallmetzer e Dario Borin. Nella categoria C si aggiudica il titolo Alessandro Torzoni seguito da Paco Cottone e dal tesoriere di classe Giampaolo Fantozzi. In D vince Barone seguito da Andrea Volpini e da un grandissimo Federico “Zanza” Cremisi. Tra le donne l’ottimo risultato della Cristofori nell’ultima prova non le basta per un soffio per agganciare il comando della classifica. Vince quindi Celine Bordier anche se per 1 solo punto, seguita proprio da Simona e da Barbara Colarullo.
Si chiude con la festa della premiazione in baita, onorata dalla presenza del padrino della manifestazione l’Onorevole Albrecht Plangger. Ricchi premi, foto, baci, ringraziamenti di rito e tante tantissime mele dello sponsor. Un ringraziamento speciale va agli impeccabili e pazienti Ufficiali di Regata, al Presidente Foschini ed alla XIV Zona, all’instancabile Delegato Zonale Diego Gallmetzer artefice di questo successo, all’Ufficio del Turismo di Resia, allo sponsor VI.P – Mele della Val Venosta, ad Armando Bronzetti presidente del Circolo Surf Torbole e a Vasco Renna a cui dobbiamo l’idea, geniale e folle, di venire a regatare in questo posto incredibile.
Ed ora tutti ad allenarsi in vista dell’evento conclusivo di questa fantastica stagione 2016: il Campionato Nazionale che si disputera’ per la prima volta ad Anzio dal 9 all’11 Settembre. Buon vento a tutti. Ci vediamo sulla riga.
Photo Credit Andreas Waldner
Tutte le foto a questo LINK
 

Classifica Cat
Classifica Flotte
IMG-20160731-WA0010
IMG-20160731-WA0013
IMG-20160731-WA0014
IMG-20160731-WA0022
IMG-20160731-WA0023
IMG-20160802-WA0009

Recent Posts
0

Start typing and press Enter to search