Zonale di Bracciano al Planet Sail di Gabriele Ponzi – Titolo : “La calata dei Toscani” (a chi scrive je né calata una in casa 15 anni fa …).
20 partecipanti di cui 7 del 1° reggimento Piombinese classe Windsurfer presenti la mattina all’alzabandiera armati con mogli (pure bone) e figli ! Grande assente Paolo Caramante …ma ci auguriamo di vederlo per le prossime…
Caramante padre ci fa sbellicare intrattenendoci in attesa del vento tra un tesseramento, un’iscrizione e qualche porzione di “tonnarelli cacio pepe e cozze” piatto tipico del Planet Sail che aiuta a stare nei pesanti…
Verso le 16.30 si parte con 10-12 nodi.
Nei leggeri Andrea Marchesi è qui. Venuto da Barcellona in 8 giorni ha vinto la Nazionale a Torbole , la “Nastro Azzurro” (il giro del lago in 80 minuti..) e si aggiudica entrambe le prove della zonalona di Bracciano.
Nella prima prova è seguito dagli allenatissimi Paoli (Rinaldi e Barozzi). Nella seconda prova il vento sale leggermente, Marchesi è ancora lì al primo posto. Barozzi sempre veloce si impone sul local Frascari e su Rinaldigno. Nei leggeri quindi la classifica è 1° Marchesi, 2° Barozzi, 3° Rinaldi, poi Frascari, Scarselli, Serangeli, Pangrazi e Lanucara.
Nei pesanti alla prima prova non c’è storia e i due toscani (Gorini e Sarri) mettono subito dietro Bonanome, Creti, Canessa (anche lui del reggimento Piombino) e il buon Beppe Barone. Insomma prima prova squadra Toscana annienta squadra Laziale. Nella seconda prova partenza anticipata per Bonanome, Creti e Gorini. Bonanome è però l’unico che, acchiappato per le orecchie da Fraschella gira gli estremi e con il cd “bordo del morto” e seicento pompate riesce a recuperare il ritardo e a mettere il sigillo tra i pesanti (a debita distanza da ben 5 leggeri per non disturbarli …).
Gorini e Creti, penalizzati fanno salire in classifica il bravo Luca Sarri. Classifica finale pesanti 1° Bonanome, 2° Sarri, 3° Barone, 4° Leone che nella seconda prova, con un po’ piu’ di vento, si è piazzato al secondo posto tra i pesanti). Poi a pari punti Musetti, Canessa e Gorini (in questo ordine per miglioramento), poi Creti (con la partenza anticipata sul groppone) e Cremisi.
Zonale di Bracciano al Planet Sail di Gabriele Ponzi – Titolo : “La calata dei Toscani” (a chi scrive je né calata una in casa 15 anni fa …).
20 partecipanti di cui 7 del 1° reggimento Piombinese classe Windsurfer presenti la mattina all’alzabandiera armati con mogli (pure bone) e figli ! Grande assente Paolo Caramante …ma ci auguriamo di vederlo per le prossime…
Caramante padre ci fa sbellicare intrattenendoci in attesa del vento tra un tesseramento, un’iscrizione e qualche porzione di “tonnarelli cacio pepe e cozze” piatto tipico del Planet Sail che aiuta a stare nei pesanti…
Verso le 16.30 si parte con 10-12 nodi.
Nei leggeri Andrea Marchesi è qui. Venuto da Barcellona in 8 giorni ha vinto la Nazionale a Torbole , la “Nastro Azzurro” (il giro del lago in 80 minuti..) e si aggiudica entrambe le prove della zonalona di Bracciano.
Nella prima prova è seguito dagli allenatissimi Paoli (Rinaldi e Barozzi). Nella seconda prova il vento sale leggermente, Marchesi è ancora lì al primo posto. Barozzi sempre veloce si impone sul local Frascari e su Rinaldigno. Nei leggeri quindi la classifica è 1° Marchesi, 2° Barozzi, 3° Rinaldi, poi Frascari, Scarselli, Serangeli, Pangrazi e Lanucara.
Nei pesanti alla prima prova non c’è storia e i due toscani (Gorini e Sarri) mettono subito dietro Bonanome, Creti, Canessa (anche lui del reggimento Piombino) e il buon Beppe Barone. Insomma prima prova squadra Toscana annienta squadra Laziale. Nella seconda prova partenza anticipata per Bonanome, Creti e Gorini. Bonanome è però l’unico che, acchiappato per le orecchie da Fraschella gira gli estremi e con il cd “bordo del morto” e seicento pompate riesce a recuperare il ritardo e a mettere il sigillo tra i pesanti (a debita distanza da ben 5 leggeri per non disturbarli …).
Gorini e Creti, penalizzati fanno salire in classifica il bravo Luca Sarri. Classifica finale pesanti 1° Bonanome, 2° Sarri, 3° Barone, 4° Leone che nella seconda prova, con un po’ piu’ di vento, si è piazzato al secondo posto tra i pesanti). Poi a pari punti Musetti, Canessa e Gorini (in questo ordine per miglioramento), poi Creti (con la partenza anticipata sul groppone) e Cremisi.
Anche tra le donne la Toscana si è fatta sentire: Eleonora Sensini si impone in entrambe le prove lasciando dietro anche diversi maschietti. Livia Tomiselli centra come di consueto i bordi delle boline ma perde qualcosa in andatura portante. Alla seconda prova Livia starà ferma per un infortunio, anzi non starà ferma, si adopererà per stanare chi parte anticipatamente (ndr).
Ma attenzione ! Attenzione ! Rientra nei campi di regata Manuela Arcidiacono e lo fa dopo 16 anni forse costretta dall’amico Lanucara nostro buon promoter che ringraziamo per la bella sorpresa ! Manuela in bolina è subito in assetto e siamo tutti sicuri che se si allena ci darà filo da torcere come ai vecchi tempi (che poi stiamo rinnovando !).
Insomma bellissima giornata, si ringrazia il circolo Planet Sail, il supporto anche di Celine, dei suoi seguaci del Techno 293 e soprattutto grazie al 1° reggimento Windsurfer Piombino che con la sua “calata” ha reso tutto piu’ divertente e competitivo….e sempre il tutto nel Windsurfer Spirit …
E poi un grazie anche alla famiglia Marchesi ….anche loro sempre ospitali (vino e porchetta dopo i tonnarelli cacio pepe e cozze ci stavano bene no ?
Anche tra le donne la Toscana si è fatta sentire: Eleonora Sensini si impone in entrambe le prove lasciando dietro anche diversi maschietti. Livia Tomiselli centra come di consueto i bordi delle boline ma perde qualcosa in andatura portante. Alla seconda prova Livia starà ferma per un infortunio, anzi non starà ferma, si adopererà per stanare chi parte anticipatamente (ndr).
Ma attenzione ! Attenzione ! Rientra nei campi di regata Manuela Arcidiacono e lo fa dopo 16 anni forse costretta dall’amico Lanucara nostro buon promoter che ringraziamo per la bella sorpresa ! Manuela in bolina è subito in assetto e siamo tutti sicuri che se si allena ci darà filo da torcere come ai vecchi tempi (che poi stiamo rinnovando !).
Insomma bellissima giornata, si ringrazia il circolo Planet Sail, il supporto anche di Celine, dei suoi seguaci del Techno 293 e soprattutto grazie al 1° reggimento Windsurfer Piombino che con la sua “calata” ha reso tutto piu’ divertente e competitivo….e sempre il tutto nel Windsurfer Spirit …
E poi un grazie anche alla famiglia Marchesi ….anche loro sempre ospitali (vino e porchetta dopo i tonnarelli cacio pepe e cozze ci stavano bene no ?
Zonale di Bracciano al Planet Sail di Gabriele Ponzi – Titolo : “La calata dei Toscani”
20 partecipanti di cui 7 del 1° reggimento Piombinese classe Windsurfer presenti la mattina all’alzabandiera armati con mogli  e figli ! Grande assente Paolo Caramante …ma ci auguriamo di vederlo per le prossime…
Caramante padre ci fa sbellicare intrattenendoci in attesa del vento tra un tesseramento, un’iscrizione e qualche porzione di “tonnarelli cacio pepe e cozze” piatto tipico del Planet Sail che aiuta a stare nei pesanti…
Verso le 16.30 si parte con 10-12 nodi.
Nei leggeri Andrea Marchesi è qui. Venuto da Barcellona in 8 giorni ha vinto la Nazionale a Torbole , la “Nastro Azzurro” (il giro del lago in 80 minuti..) e si aggiudica entrambe le prove della zonalona di Bracciano.
Nella prima prova è seguito dagli allenatissimi Paoli (Rinaldi e Barozzi). Nella seconda prova il vento sale leggermente, Marchesi è ancora lì al primo posto. Barozzi sempre veloce si impone sul local Frascari e su Rinaldigno. Nei leggeri quindi la classifica è 1° Marchesi, 2° Barozzi, 3° Rinaldi, poi Frascari, Scarselli, Serangeli, Pangrazi e Lanucara.
Nei pesanti alla prima prova non c’è storia e i due toscani (Gorini e Sarri) mettono subito dietro Bonanome, Creti, Canessa (anche lui del reggimento Piombino) e il buon Beppe Barone. Insomma prima prova squadra Toscana annienta squadra Laziale. Nella seconda prova partenza anticipata per Bonanome, Creti e Gorini. Bonanome è però l’unico che, acchiappato per le orecchie da Fraschella gira gli estremi e con il cd “bordo del morto” e seicento pompate riesce a recuperare il ritardo e a mettere il sigillo tra i pesanti (a debita distanza da ben 5 leggeri per non disturbarli …).
Gorini e Creti, penalizzati fanno salire in classifica il bravo Luca Sarri. Classifica finale pesanti 1° Bonanome, 2° Sarri, 3° Barone, 4° Leone che nella seconda prova, con un po’ piu’ di vento, si è piazzato al secondo posto tra i pesanti). Poi a pari punti Musetti, Canessa e Gorini (in questo ordine per miglioramento), poi Creti (con la partenza anticipata sul groppone) e Cremisi.
Anche tra le donne la Toscana si è fatta sentire: Eleonora Sensini si impone in entrambe le prove lasciando dietro anche diversi maschietti. Livia Tomiselli centra come di consueto i bordi delle boline ma perde qualcosa in andatura portante. Alla seconda prova Livia starà ferma per un infortunio, anzi non starà ferma, si adopererà per stanare chi parte anticipatamente (ndr).
Ma attenzione ! Attenzione ! Rientra nei campi di regata Manuela Arcidiacono e lo fa dopo 16 anni forse costretta dall’amico Lanucara nostro buon promoter che ringraziamo per la bella sorpresa ! Manuela in bolina è subito in assetto e siamo tutti sicuri che se si allena ci darà filo da torcere come ai vecchi tempi (che poi stiamo rinnovando !).
Insomma bellissima giornata, si ringrazia il circolo Planet Sail, il supporto anche di Celine, dei suoi seguaci del Techno 293 e soprattutto grazie al 1° reggimento Windsurfer Piombino che con la sua “calata” ha reso tutto piu’ divertente e competitivo….e sempre il tutto nel Windsurfer Spirit …
E poi un grazie anche alla famiglia Marchesi ….anche loro sempre ospitali (vino e porchetta dopo i tonnarelli cacio pepe e cozze ci stavano bene no ?
stefano bonanome

Recent Posts
0

Start typing and press Enter to search