Palermo ci accoglie mostrandoci il suo lato migliore: mentre sul resto d’Italia imperversano bufere e temporali, a Mondello cielo azzurro, mare turchese e 29 gradi.
Lo spettacolo è mozzafiato, già al venerdì mattina decine di tavole, tra Techno 293, Windsurfer ed RS -X attraversano il golfo, mentre all’albaria si perfezionano le iscrizioni.
Alle 14.00 inizia la long distance, dalla spiaggia alla punta di Mondello.
Partenza da terra, 50 tavole in acqua di cui una dozzina di Windsurfer.
Il bordo buono è a terra, per via del vento che scende dalla montagna, e se ne avvantaggia quella vecchia volpe di riccardo Giordano, che riesce a staccare di qualche metro riccardo belli di bolina, e mantenere il distacco all’arrivo.
Il giorno successivo, sabato, si completano le operazioni di iscrizione, e per i Windsurfer c’è una bella sorpresa: 5 atleti RSX decidono di non effettuare la propria regata, ma chiedono di gareggiare con le nostre tavole.
Il campione olimpico di Londra 2012, Dorian Van Rijsselberghe, il nostro portacolori Federico Esposito, Il fortissimo Marcantonio Baglione, l’atleta olimpico austriaco Voss, l’altro olimpionico inglese ….. E il loro coach, il neozelandese Mcintosh, medaglia d’argento alle olimpiadi di Sidney.
Sabato regate con 15 nodi, dopo 2 prove per categoria tra i leggeri è avanti il campione olimpico Van Rijsselberghe, davanti a Belli, Esposito, Valdivieso e Giordano. tra le donne Celine Bordier si difende bene, restando sempre a contatto coi primi.
Tra i pesanti Casagrande domina davanti a Mcintosh, poi battaglia serrata tra Barone e Bonanome.
La sera bella cena al circolo per regatanti ed accompagnatori e concerto sulla spiaggia fino a tarda notte.
Domenica 25 nodi per 2 prove molto impegnative, con diversi ritirati per via delle condizioni davvero al limite.
Tra i leggeri vince Esposito, che la spunta su Van Rijsselberghe e su Baglione, che vincendo l’ultima prova supera per miglioramento Giordano.
Tra i pesanti confermate le prime 2 posizioni per Casagrande e Mcintosh, all’ultima prova nello spareggio per il terzo posto, Bonanome supera Barone. Ottimo il quinto posto di Tommy Wirz, molto regolare e subito a suo agio con la tavola.
Premiazione davanti al circolo, insieme con i ragazzi del techno293 e l’Rsx.
In conclusione una bellissima manifestazione, forse la più riuscita degli ultimi anni, sia per il respiro internazionale, grazie agli atleti stranieri sempre attratti dall’accoglienza dell’Albaria, e dalla difficoltà del campo di regata, sia per il fatto che il mettere insieme le classi più numerose del mondo del windsurf moltiplica la visibilità del movimento che in questo momento sta regalando molte soddisfazioni al mondo della vela.

20130526-153400.jpg

20130526-153440.jpg

20130526-153456.jpg

20130526-153516.jpg

20130526-153632.jpg

Recent Posts
0

Start typing and press Enter to search